BONUS TV e nuovo digitale terrestre: come, quando e a chi

Cosa accadrà e quando.

Dal I luglio 2022 l’attuale digitale terrestre non funzionerà più.  A tal fine è stato attivato il c.d. Bonus TV, di cui si dirà a breve.

Si passerà alla tecnologia DVB T2 Hevc. Con ciò migliorando qualità e quantità di ricezione.

Pertanto, funzionerà solo lo standard DVB T2 (e non più il DVB T1). 

Come capire se il proprio televisore funzionerà?

Un buon indizio può essere rappresentato dal fatto che il televisore sia stato acquistato dopo gennaio 2017. Infatti, da tale data è stato imposto il divieto per i rivenditori di porre in vendita dispositivi senza la nuova tecnologia, salvo se abbinati esplicitamente ad un decoder di supporto e aggiornamento.

Il periodo dubbio, invece, riguarda il quello a far data dal I luglio 2016 a dicembre 2016/gennaio 2017. Infatti, in questa fascia temporale il divieto citato non era ancora entrato a regime. Pertanto, i televisori acquistati in tale periodo potrebbero funzionare come anche no. In caso di mancato funzionamento, il problema sarà comunque risolvibile acquistando un nuovo decoder, oppure direttamente un nuovo televisore.  

Per verificare al meglio il reale funzionamento del dispositivo posseduto è possible utilizzare vari servizi online, oppure consultare l’etichetta sul retro del proprio televisore, nonché il manuale di istruzione dello stesso.

Bonus tv.

L’ultima legge di stabilità ha stanziato circa 150 milioni di euro per il triennio 2019-2022. 

Si tratta di una somma in favore dei consumatori, denominata, per l’appunto,   Bonus Tv

Esso consiste in un contributo fino a 50 Euro per ciascun nucleo familiare. 

Sarà applicato come sconto per l’acquisto di un nuovo televisore, oppure di un decoder che supporti la nuova tecnologia.

Requisiti per usufruire del bonus tv.

E’ previsto di essere residenti in Italia e di avere un reddito ISEE non superiore a 20 mila Euro.

Adempimenti per l’accesso al contributo.

Dal 18 dicembre 2019 al 31 dicembre 2022 é richiesta la presentazione di una domanda utilizzando il fac-simile disponibile sul sito del MISE .  Con la relativa compilazione si dichiarerà di essere in possesso dei requisiti necessari per l’accesso al contributo.

IlBonus Tv sarà applicato da tutti i rivenditori che aderiscono all’iniziativa. Essi dovranno seguire un preciso iter, verificando la domanda compilata dal consumatore ed applicando poi direttamente in fattura lo sconto fino a 50 Euro.

Consigli utili.

I nuovi apparecchi, dovranno supportare il nuovo standard DVB T2 e codec H265/HEVC.

In caso di perplessità è sempre possible consultare il servizio online disponibile sul sito dal Ministero dello Sviluppo Economico per essere sicuri del proprio acquisto e di avere, quindi,  diritto al bonus.

Per maggiori informazioni puoi contattarci!

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Lascia un commento