Coronavirus, Conte firma il Dpcm 11 marzo 2020

L’11 marzo è stato firmato il nuovo Dpcm anti Coronavirus dal Premier Conte #iorestoacasa.

Si tratta di un provvedimento ancora più restrittivo che chiede agli Italiani uno stop temporaneo per contenere il contagio da Covid-19 Coronavirus.

Periodo di validità

Dal 12 marzo 2020 al 25 marzo 2020.

Chi potrà rimanere aperto?

Salvo nuove regole, potranno rimanere in esercizio, solo le attività di cui all’allegato 1 e 2, come di seguito riportate.

Allegato 1
Commercio al dettaglio

Ipermercati

Supermercati

Discount di alimentari

Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari

Farmacie

Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici

Commercio al dettaglio:

– di prodotti surgelati

– in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici

– di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2)

– di carburante per autotrazione in esercizi specializzati

– di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)

– di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico

– di articoli igienico-sanitari

– di articoli per l’illuminazione

– di giornali, riviste e periodici

 – in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica

– di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati

– di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l’igiene personale

– di piccoli animali domestici

– di materiale per ottica e fotografia

– di combustibile per uso domestico e per riscaldamento

– di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini

– di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet

– di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione

– di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono

Allegato 2

Servizi per la persona

Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia

Attività delle lavanderie industriali

Altre lavanderie, tintorie

Servizi di pompe funebri e attività connesse

Cosa dice il testo del DPCM?

Il DPCM sospende le attività diverse da quelle contenute negli allegati sino al 25 marzo. Ciò, salvo allungamenti da valutarsi in base all’evoluzione della situazione.

Il motivo di una tale misura sta nel fine di contenimento del contagio.

Le attività non sospese dovranno prediligere modalità di smart working/lavoro agile e rispettare le prescrizioni in materia di sicurezza generale e di sicurezza sul lavoro pro contenimento del contagio da Covid-19. 

Le precedenti disposizioni eventualmente incompatibili con il nuovo DPCM cessano la loro efficacia dall’11 marzo 2020. 

Per maggiori informazioni potete Contattarci, oppure consultare il sito del Ministero della Salute o lasciare un Commento.

Potete consultare il testo completo del decreto 11 marzo qui. 

Inoltre, per i divieti completi è possibile consultare il decreto 8 marzo 2020 qui e il decreto 9 marzo qui.

Legale Utile Ã¨ sempre con Voi e garantisce il normale funzionamento del servizio! 

Eventuali rallentamenti potranno essere causati dall’eventuale chiusura degli uffici a causa dell’emergenza Covid-19 coronavirus.

Normative utili:

Ministero della Salute – Normative COVID-19 

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Lascia un commento